panamericana

Panamericana: itinerario completo attraverso la strada più lunga del mondo.

Panamericana

Molto più di viaggio, la Panamericana è un esperienza di vita che ti farà conoscere civiltà, storie e paesaggi unici. Un itinerario epico che “collega” L’Alaska all’Argentina.

Scordatevi la foto ricordo davanti al cartello di inizio e fine della strada come nelle più iconiche strade del mondo. La Panamericana esiste davvero ma non riconosciuta in via ufficiale in tutti gli stati e rimane più che altro un’ idea di viaggio di libera interpretazione nel continente americano che un vero e proprio “on the road” da seguire passo dopo passo.

panamericana
Panamericana: Confine tra Colombia e Ecuador.

La Panamericana è nell’immaginario collettivo è la strada che collega i due punti estremi del continente Americano, dall’Alaska alla Terra del Fuoco in Argentina o viceversa. Negli ultimi anni ho incontrato tanti viaggiatori che si sono lanciati nell’ impresa di percorrerla interamente. Chi zaino in spalla, chi in autostop, chi in bus o a bordo del proprio Van o in moto.

Qualunque sia il mezzo, questo è un viaggio che vi cambierà la vita. Tornerete a casa con la consapevolezza di essere profondamente diversi. Sempre se riuscirete a tornare, io ad esempio non ce l’ho fatta e sto ancora vagando per le infinite vie del mondo (Leggi la mia storia)

Ci tengo a precisare che quando parliamo di Panamericana non stiamo menzionando una singola strada, ma una rete di strade si connesse tra loro ma con nomi e scopi differenti. Erroneamente molte persone credono che sia un itinerario turistico ben segnalato, quando in realtà il più delle volte sono transitato su di essa senza neanche rendermene conto.

La Panamericana non è una strada iconica come può essere la Route 66, la Ruta 40 o la Carretera Austral giusto per citarne alcune presenti nel continente Americano. Quest’ultime sono davvero strade leggendarie con una loro storia e i loro simboli. Quando le percorri ti senti davvero immerso nei suoi paesaggi e nella loro atmosfera. Cosa che non succede con la Panamericana per via del fatto che non ha un’identità vera e propria.

Panamericana
Ruta 40, deviazione per El Chalten (Argentina)

Spesso si tratta dell’arteria principale del paese, e tocca solo i centri commerciali più importanti e il più delle volte ha un nome diverso e questo non aiuta a sentirsi coinvolti mentre la si percorre. Detto questo non voglio certo sminuire l’importanza e la bellezza di alcuni suoi tratti ma fondamentalmente stiamo parlando di una strada pensata per lo sviluppo economico di alcune regioni e bisogna fare più deviazioni per raggiungere i luoghi più turistici. 

Per questo quando vi dicono che è la strada più lunga del mondo con i suoi 30000 km io vi dico che hanno ragione ma ne servono almeno altri 30000 se si vuole veramente conoscere il continente Americano. Io per esempio ho percorso all’incirca solo 5000 km di Panamericana ufficiale e 4500 non ufficiali di ramificazioni collegate ad essa (la maggior parte in Patagonia).

La Panamericana: Itinerario completo.

ALASKA: da Prudhoe Bay ad Alcan

Partiamo dall’inizio: la Panamericana inizia non ufficialmente a Prudhoe Bay dove sorge più grande giacimento di petrolio degli Stati Uniti. Si può fare tutto tutto nella vita ma che senso ha raggiunge questo petrolchimico gestito dalla BP? Quindi tralasciando questo tratto nel circolo polare artico. Possiamo dire che la Panamericana inizia a Fairbanks 790 km più a sud. In realtà può iniziare ovunque, non esiste un punto preciso sulla mappa. Da qui in base a dove siete partiti si attraversa l’intera Alaska fino al confine con il Canada ad Alcan Border.

panamericana

CANADA: da Baver Creek a Cottus

Entrando in Canada non ci sono molte alternative, solo 2 strade attraversano lo Yukon, la Panamericana in maniera non ufficiale passa da Haines Junction e Withehorse per poi entrare in British Columbia e successivamente in Alberta una volta superate le Rocky Mountain.  Sono luoghi molto remoti dove la natura la fa da padrone con distese infinite di boschi montagne e laghi saranno la cornice per centinaia di chilometri. Arrivati a Edmonton si può andare ovunque e la Panamericana diventa di libera interpretazione. Se invece si vuole seguire un percorso lineare raggiungiamo Calgary dove incontriamo il primo tratto ufficiale della Panamericana lungo l’Alberta Highway 4 fino Cottus al border con gli Stati Uniti.

panamericana

STATI UNITI. da Sweet Grass a Laredo

In base a dove si entra negli Stati Uniti si può scegliere vari itinerari, idealmente la Panamericana inizia in Montana, sfiora lo Yellostone e segue per Denver, Albuqueque e San Antonio fino a Laredo al confine con il Messico, attraverso rotte non ufficiali. Difficilmente chi viaggia negli Stati Uniti segue questo itinerario io ad esempio ho preferito rimanere nella West Coast passando per la altrettanto spettacolare Pacific Coast Highway.

panamericana
Pacific Highway

MESSICO: da Nueva Laredo a Talismàn

In Messico si esiste una strada ufficiale con il nome di Panamericana e inizia a Nueva Laredo al confine con gli Stati Uniti. Dopo Monterrey, nel Nord del Messico la Panamericana prosegue verso sud fino a Città del Messico lungo la carretera federal 85. Io l’ho percorsa nel tratto da Ciudad Valles ad Axtla all’interno della Huasteca Potosina per circa 80 km. Lo scopro solo adesso che sto scrivendo questo articolo. Ero in zona per vedere il Jardin Botanico de Edward James a Xilitla.

panamericana
Huasteca Potosina

Mentre è ben più lungo il tragitto che ho percorso a sud di Città del Messico Passando per Puebla sono arrivato ad Atlixco (150 km circa) e successivamente da Huajuapan de León San Pablo de Mitla  (altri 230 km)dove si trovano le cascate calcaree di Hierve el Agua, attraversando la splendida città di Oaxaca

panamericana
San Francisco Acatepec vicino Puebla affaccia direttamente sulla Panamericana

La Panamericana prosegue percorrendo la Carretera Federal 190 fino al confine con il Guatemala, dove la ritrovo in piena notte per altri 220 km da Arriga a Salina Cruz ad mentre mi spostavo da San Cristobal de las Casas a Puerto Escondido.

panamericana
La Panamericana in Guatemala la percorrerete sicuramente a bordo di questi bus

GUATEMALA: da El Carmen a San Cristobal

In Centro America è più facile ritrovarsi sulla Panamericana in quanto è l’arteria principale che attraversa ogni singolo stato. Ma non è cosi scontato, spesso i siti Più turistici si trovano altrove. In Guatemala per esempio ho percorso solo i 119 km che separano Il meraviglioso  Lago di Atitlan a Città del Guatemala. In Guatemala la Panamericana passa anche Quezaltenango la seconda città più grande del paese fino a San Cristobal al confine con El Salvador.

panamericana
Lago Atitlan lungo la Panamericana

EL SALVADOR: da Piedras Azules a Santa Clarita

In El Salvador ho percorso solo 45 km. Da la Union fino confine con L’Honduras di Santa Clarita in quanto la Panamericana attraversa centralmente il paese passando per la zona vulcanica si Santa Ana e la capitale, mentre io  sono rimasto sulla costa per raggiungere Playa El Tunco, in un percorso decisamente più bello costeggiando l’Oceano Pacifico.

Playa El Tunco, El Salvador

HONDURAS: da El Amatillo a El Espino

in Honduras ho percorso  98 km di Panamericana. Dalla dogana con El Salvador di El Amatillo a Choluteca. Di questo tratto ricordo solo le buche avendolo percorso di notte. 

Frontiera El Salvador Honduras

NICARAGUA: Da El Espino a Peñas Blancas

Anche in Nicaragua, la Panamericana passa per il centro del paese mentre io sono rimasto sulla Costa dove si concentrano le principali attrazioni turistiche. Oltre a un piccolo tratto a Managua, ho percorso 46 km. da Rivas (Isla de Ometepe) a Nandaime dove ho svoltato per Granada e altri 25 Km fino da la Virgen al confine con il Costa Rica.

Terminal di Rivas lungo la Panamerica

COSTA RICA: Da Peñas Blancas a Paso Canoas

In Costa Rica mi è capitato più volte di incrociare la Panamericna, Peñas Blancas a Liberia per 80 km e da Cantone di Cañas a Limonal per altri 20 km. mentre raggiungevo la Penisola di Nicosya. A San Jose la Panamericana va verso Panama passando per il Pacifico mentre io preferito passare dal tratto caraibico di Puerto Viejo.

Cantone di Cañas – Panamericana

PANAMA: San Isidro a Yaviza

Il tratto più lungo della Panamericana in Centro America l’ho percorso a Panama nei 517 km che mi separavano da David (per andare a Bocas del Toro) allo svincolo di Llano Cartì  per andare alle isole di San Blas, attraversando tutto il paese, compresa la capitale Panama City e il suo famoso canale.

panamericana
Puente de las Americas, dove la Panamericana attraversa il Canale di Panama

DARIEN GAP

La panamericana si interrompe tra Panama e la Colombia in un tratto di terreno paludoso e di foresta impenetrabile di 106 km noto come Darién Gap . La strada termina a Yaviza a Panama e riparte a Turbo, in Colombia. L’unico modo per attraversarlo è via mare.

COLOMBIA: Da Turbo a Ipiales

La Panamericana riprende a Turbo mentre io la ritrovo a Medellin. Percorro il tratto colombiano fino al confine con l’Ecuador. In questo tratto mi sono fermato ad Armenia nell’ Eje Cafetero, Cali, Pasto e Ipiales. In questi 878 km il territori cambia considerevolmente e dalla afose foreste tropicali ci si ritrova in cima alle Ande con sciarpa e cappello.

Ipiales, Tappa obbligatoria prima di entrare in Ecuador

ECUADOR: Da Tulcan a Macarà

In Ecuador percorro 452 km di Panamericana da Tulcan a Riobamba. Le mie fermate sono state Otavalo, Quito, Latacunga e Ambato. Questo tratto è tutto in alta quota e si passa alle pendici di alcuni dei vulcani più alti del Sud America come il Cotopaxi il Quilotoa e il Chimborazo. Ho percorso un altro piccolo tratto da 20 km a sud di Cuenca per andare a Guayaquil mentre la Panamericana va verso il Perù passando per Loja.

Il Cotopaxi ben visibile dalla Panamericana

PERU’: da La Tina a Tacna

La Panamericana in Perù inizia nella località di frontiera di La Tina mentre io che sono entrato via Mancora la incrocio solo a Piura e percorro 215 km fino a Chiclayo un tratto desertico pieno di spazzatura veramente brutto. Successivamente la ritrovo tra Lima e Barranca mentre andavo a Huaraz e tra Lima e Cerrillos mentre andavo ad Arequipa (847 km) con un’ unica tappa a Ica per vedere il deserto di Huacacina. L’intero tratto peruviano è arido e desertico oltre alle già citate, la Panamericana passa per Trujillo e Nazca due importanti mete turistiche che io non ho visitato.

panamericana
Panamerica lungo l’Oceano Pacifico direzione Arequipa.

CILE da Arica al Paso de los Libertadores

La Panamericana non passa dalla Bolivia, segue la costa dell’Oceano Pacifico fino a Valparaiso per poi proseguire nell’entroterra verso Santiago del Cile. Nella capitale cilena si arriva a un bivio o si prosegue per il tratto ufficiale che passa per il Paso de los Libertadores (uno dei passi di montagna più straordinari del Mondo) o si continua ad andare verso Sud, fino a Puerto Montt. Non avendo percorso la costa cilena (tratto che ho percorso qualche anno prima) arrivavo da Mendoza in Argentina e ho percorso i 363 km che la separano da Santiago più altri 118 km per andare a Valparaiso. 

Ufficialmente la mia Panamericana finisce qui ma se si vuole considerare anche il tratto che va da Santiago via via fino alla terra del fuoco, passando per la Carretera Austral e la Ruta 40 (Argentina) allora i numeri sono ben diversi. Ma anche qui come negli Stati Uniti si sceglie il percorso in base ai propri gusti e non più seguendo un’unica strada. Io ho scelto esattamente questo percorso: da Santiago a Puerto Montt sono poco più di 1000 km dove si attraversa la regione dei laghi cileni, l’intera Carretera Austral Altri 1240. e infine da Puerto Natales (torres del Peine) allo Stretto di Magellano altri 320 km.

Carretera Austral – Ruta 7

ARGENTINA

Da Mendoza a Buenos Aires è il tratto della Panamericana in terra Argentina: poi come in Cile si può decidere di proseguire fino a Ushuaia lungo la costa del pacifico attraverso ramificazioni non ufficiali. Io ho percorso il tratto da Bhaia Blanca a Viedma 279 km e quello della Tierra del Fuego (284 km) per arrivare a Ushuaia conosciuta anche come la fine del mondo, dove simbolicamente finisce la Panamericana.

Fine del Mondo a Ushuaia

CONCLUSIONI

La panamericana in qualsiasi moda la si voglia interpretare e intraprendere rimane un viaggio straordinario che tutti noi dovremmo fare una volta nella vita. Se siete arrivati a leggere fin qui lasciate un commento e condividete questo articolo con chi sogna di percorrerla.  Qui troverete la mappa con il mio percorso.

 

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

11 comments