Cabo San Lucas e i suoi famosi Archi.

Cabo San Lucas la Cancun della Baja California.

Mi dirigo a Cabo San Lucas. L’aspettativa non è molto alta me l’hanno sempre descritta come una ”Gringolandia” e al primo colpo d’occhio, sembra che avevano pienamente ragione, tutto ciò che ormai non sopporto è racchiuso in questa città. Continuo a chiedermi perchè ho investito dei soldi per venire in
un posto di cui ero sicuro che non mi sarebbe piaciuto. La risposta è che per giudicare devo prima vedere con i miei occhi, molte volte si creano pregiudizi su dei posti che non sono veritieri.

Pubblicato da Luca Badanai su Giovedì 20 giugno 2019

Non è questo il caso, sconsolato vado a letto presto, dalla finestra dell’ostello si consuma l’ennesima notte di eccessi, di alcol, di musica sempre uguale, un piattume che mi ha stancato di cui non voglio più farne parte. Volevo fare una cosa qui a Cabo San Lucas. Il giorno seguente mi sono svegliato presto volevo andare a vederei il famoso arco che segna la fine della Baja California.

Bene anche questo pare sia impossibile se non pagando una barca. Purtroppo qui non è colpa di nessuno, se non di madre natura che con un uragano ha spazzato via l’unica spiaggia che collegava la città, alla spiaggia degli archi. Deluso, faccio una passeggiata per la Marina. Una lunga passerella piena yacht parcheggiati, di bancomat che ti fanno prelevare solo in dollari, ristoranti carissimi, agenzie che ti propongono attività a prezzi folli. Dal JetPack sull’acqua all’avvistamento degli squali balena, dalla pesca sportiva al giro in elicottero. Qui se hai i soldi ti puoi permettere di tutto, dato che io non ne ho mi limito a guardare.

Cabo San Lucas
Vista dalla Scogliera

L’ultimo giorno non ci diamo per sconfitti proviamo ad andare a vedere la punta estrema della Baja California passando per le scogliere. Per arrivarci dobbiamo registrare l’entrata a un resort e già qui mi sembra assurdo, ma è l’unico accesso al mare. Davanti a noi una spiaggia dorata con l’oceano pacifico che splende si apre dinnanzi a noi, un centinaio di metri più avanti iniziano le scogliere. Ci arrampichiamo e finalmente arriviamo alla Playa del Divorzio che è collegata giustamente con la Playa dell’Amore.

Intorno dei faraglioni enormi creano un bel paesaggio che ammetto valeva la pena vedere. Alla fine non vediamo l’arco se non in video con il drone ma siamo soddisfatti, anche oggi abbiamo smentito chi ci diceva fosse impossibile arrivarci.  Il diario di viaggio continua con…Baja California in Autostop

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *