Horseshoe Bend, Il ferro di cavallo più famoso degli Stati Uniti.

Luca Badanai

Dato che non ci sto capendo una mazza con i fusi orari degli indiani nativi, ripartiamo alle 5 per essere sicuri di arrivare in tempo a Horseshoe Bend per il tramonto. La strada per arrivarci manco a dirlo toglie il fiato, una piacevole abitudine degli Stati Uniti che non mi stancherà mai. Una volta giunti c’è da pagare il parcheggio 10$ e fare un piccolo percorso a piedi per arrivare sulla terrazza della curva più famosa del Colorado River.

Horseshoe Bend il ”ferro di cavallo” un canyon spettacolare che rispecchia tutta la grandezza creativa di questo fiume. Il sole lentamente sparisce nascondendosi dietro all’orizzonte per un momento si riesce a respirare l’essenza di questo luogo, nessuno parla si sentono solo i clik delle macchine fotografiche.

Attimo che svanisce di colpo quando assistiamo a scene raccapriccianti da smania da selfie, sopratutto da parte di giovani ragazze cinesi, tutte con vestitini svolazzanti, sombrero ben riposto, tacchi… Tanto cosa sarà mai camminare sulle rocce. Troppa gente, poco spazio. Ovunque mi siedo c’è qualcuno che mi chiede se per cortesia potrei spostarmi perchè gli entro nella foto. Meglio non stare centrali, fate giusto le foto di rito  ma andate a cercare una roccia sui lati esterni dove sedersi, sono meno prese d’ assalto.

View this post on Instagram

Dato che non ci sto capendo una mazza con i fusi orari degli indiani nativi, ripartiamo alle 5 per essere sicuri di arrivare in tempo a Horseshoe Bend per il tramonto. La strada per arrivarci manco a dirlo toglie il fiato, una piacevole abitudine degli Stati Uniti che non mi stancherà mai. Una volta giunti c'è da pagare il parcheggio e fare un piccolo percorso a piedi per arrivare sulla terrazza della curva più famosa del Colorado River: Horseshoe Bend il ''ferro di cavallo'' un canyon spettacolare che rispecchia tutta la grandezza creativa di questo fiume. Il sole lentamente sparisce dietro al canyon, nessuno parla si sentono solo i
clik delle macchine fotografiche. Assistiamo a scene raccapriccianti da smania da selfie, sopratutto da parte di giovani ragazze cinesi, tutte con vestitini svolazzanti, sombrero ben riposto, tacchi, tanto
cosa sarà mai camminare sulle rocce. Troppa gente, poco spazio, ovunque mi sieda c'è qualcuno che
mi chiede se per cortesia potrei spostarmi perchè gli esco nella foto. Tutto ciò mi irrita e non poco rimpiango il Sud America e i suoi parchi sconosciuti.

A post shared by Mondeando (@mondeando_aroundtheworld) on

In ogni caso un bel posto che vale la pena vederlo sia all’alba che al tramonto. dista a meno 10 chilometri da Page. Che siate di passaggio per l’Antilope Canyon o che stiate andando in direzione Grand Canyon, Horseshoe Bend è ormai diventata una tappa obbligatoria. Dico ormai perchè fino a qualche anno fa non ci andava nessuno se non qualche sporadica persona su consiglio di gente locale.

Una menzione anche sulla vicina Page va fatta, la città è nata per via della diga che ha creato il Lake Pawell e cresciuta grazie alle meraviglie turistiche della zona. Noi abbiamo dormito nel parcheggio di Walmart come tanti altri, vanlifers.

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *